SlideMag2015_5
SlideMag2015_7
SlideMag2015_2
SlideMag2015_1
SlideMag2015_4
SlideMag2015_3
SlideMag2015_6
1
2
3
4
5
6
7

Benvenuti a Saluggia

S.U.A.- Stazione Unica Appaltante tra i Comuni di Saluggia e Fontanetto Po

S.U.A. - Stazione Unica Appaltante tra i Comuni di Saluggia e Fontanetto Po

Cosa è una SUA

Le amministrazioni pubbliche possono aderire alla stazione unica appaltante, per salvaguardare la fase dell'affidamento dell'appalto da possibili condizionamenti di organizzazioni criminali. Nell'ambito del piano straordinario contro le mafie (legge 136/2010) è stato emanato il Dpcm 30 giugno 2011 (pubblicato nella GURI del 29 agosto), che disciplina le competenze e i profili organizzativi dei particolari organismi.

Le "Sua" sono configurate come centrali di committenza, riconducibili al modello generale definito dagli articoli 3 e 33 del codice dei contratti pubblici, ma con una finalizzazione che combina l'ottimizzazione delle procedure con la capacità di contrastare più efficacemente i tentativi di infiltrazione mafiosa negli appalti.

Le attività attribuite alla stazione unica appaltante sono focalizzate sulla gestione della procedura di gara, collaborando con l'ente che intende affidare l'appalto nell'impostazione dei documenti descrittivi (capitolato speciale, schema di contratto), definendo la procedura di gara e occupandosi in via esclusiva della redazione degli atti regolatori della gara (bando, disciplinare e lettera di invito), con piena responsabilità nella definizione dei criteri selettivi (in caso di utilizzo dell'offerta economicamente più vantaggiosa).

La gestione della gara in tutte le sue fasi (compresa la nomina della commissione giudicatrice, quando necessaria) costituisce l'attività fondamentale della particolare centrale di committenza, che deve svilupparla in tutti i suoi profili operativi: dall'assolvimento degli obblighi di pubblicità all'effettuazione dei controlli sul possesso dei requisiti di ordine generale e di capacità nei confronti dei concorrenti e dell'aggiudicatario.

La collaborazione con le amministrazioni titolari dell'appalto si estende anche alla fase di stipulazione del contratto.

La SUA, inoltre, ha competenza per la cura dei contenziosi insorti in relazione alla procedura di affidamento, fornendo anche gli elementi tecnico-giuridici per la difesa in giudizio. Su questo profilo, il riparto degli oneri connessi alla gestione del contenzioso deve essere definito nell'ambito della convenzione che regola i rapporti tra la stazione appaltante unica e le amministrazioni pubbliche aderenti. Con tale accordo devono essere definiti l'ambito di operatività del particolare organismo, i criteri dimensionali degli appalti che ne determinano l'intervento (ad esempio, per agre sopra la soglia comunitaria), le interazioni tra il responsabile del procedimento delle amministrazioni aderenti e quello della centrale di committenza, nonché gli obblighi informativi reciproci (tra cui anche quelli relativi alle varianti in corso di esecuzione, che l'ente deve evidenziare al soggetto affidante).

L'assetto organizzativo e gestionale della SUA, con caratteristiche di notevole flessibilità, ben si coniuga con la prospettiva di una costituzione di più organismi di questo tipo in ambito regionale, proprio in virtù dell'ampia possibilità di scelta delle amministrazioni pubbliche, che possono aderirvi attribuendo la competenza allo svolgimento di singole gare o di particolari tipologie. Un comune di limitate dimensioni e con una struttura organizzativa ridotta potrebbe per esempio aderire alla stazione unica appaltante solo per le gare di maggiore complessità e importo. Il Dpcm fa comunque salve le normative regionali che disciplinano moduli organizzativi e strumenti di raccordo tra gli enti territoriali per l'espletamento delle funzioni e delle attività riferibili alla SUA, quando hanno lo scopo di garantire l'integrazione, l'ottimizzazione e l'economicità delle stesse funzioni, attraverso formule convenzionali, associative o di avvalimento nell'ambito delle risorse umane, strumentali e finanziarie disponibili a legislazione vigente.

A garanzia dell'efficacia dell'attività delle SUA, il Dpcm prevede la collaborazione informativa e di supporto delle prefetture - UTG, mentre sul piano più operativo, gli enti possono avvalersi dei provveditorati interregionali delle opere pubbliche per le complesse e delicate attività di verifica dei progetti per lavori pubblici.

Referenti

Presidente: Geom. Ombretta Perolio

Contatti

Tel: 0161.48.01.12 + interno 5
Fax: 0161.48.02.02
EMail: stazione.unica.appaltante@comune.saluggia.vc.it

 

Dati della pagina aggiornati al:

30/10/2018